Prenota la tua donazione al 3333748168

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Il Gruppo di Rufina

Nelle regioni d'Italia dov'è presente la Fratres, i Gruppi eleggono i Consigli Regionali ed i Consigli Provinciali. Fra i compiti di questi organi ci sono i rapporti con le Regioni ed il coordinamento dell'attività della consociazione sul territorio. 

Il Gruppo Fratres Rufina si occupa di organizzare il lavoro dei volontari e l'attività di RACCOLTA DEL SANGUE. Molti gruppi hanno proprie strutture in cui programmano vere e proprie "giornate di raccolta" in collaborazione con i Centri Trasfusionali. Altri organizzano giornate festive di donazione presso le strutture pubbliche. I Gruppi Fratres sono anche impegnati nell'attività di sensibilizzazione, un impegno rivolto soprattutto ai giovani. E molto altro ancora...

Il Gruppo Fratres Nazionale

La Fratres dedica il suo impegno a chi crede nella forza della donazione. E' gente autentica, che si rimbocca le maniche, che fa la sua parte. 

Nasce nel 1971 come Ente morale, con l'obiettivo di invitare la gente alla donazione anonima, gratuita, periodica e responsabile del sangue, del sangue midollare e degli organi. 

La Fratres è un'associazione approvata da un decreto ministeriale del 1994, e si avvale di volontari, persone impegnate, attente alle problematiche dei propri simili e soprattutto preparate. Il lavoro preliminare è, infatti, l'informazione circa l'importanza della donazione e il superamento di quelle piccole paure e resistenze che ci bloccano davanti ad un gesto così semplice eppure così solidale. Sì, perché la fraternità costituisce il fondamento di questa Consociazione, che opera per la tutela della salute dei donatori e dei riceventi. 

La Fratres sviluppa un'azione permanente a tutti i livelli della vita sociale, specialmente nel mondo giovanile e studentesco, per la diffusione dell'educazione sanitaria e per la formazione della cultura del dono. Tutto questo seguendo il progresso e l'aggiornamento scientifico nel campo trasfusionale, contribuendo ad uno sviluppo più intenso della ricerca e della utilizzazione del sangue e dei suoi derivati e favorendone il buon uso. 

Ora anche tu sei chiamato a condividere questo risultato. Perché lì fuori c'è qualcuno che aspetta di tornare a vivere con tutta la sua forza. E con un po' della tua.